mercoledì 3 agosto 2011

Candele, bicchieri e colori

Oggi sono stremata prima ancora di cominciare a scrivere... e sto riflettendo su quanto sia impegnativo tenere un blog aggiornato; per esempio, finora ho fatto un monte di foto, con scarsi risultati, da cui ho faticosamente selezionato quattro immagini. Ci ho messo un sacco di tempo. Mentre le scattavo col mio cellulare, poi, mi sentivo una brutta copia di una fotografa di still life e mi veniva da ridere... mio figlio grande mi guardava con aria perplessa, il piccolo dormiva e tra una cosa e l'altra son riuscita a produrre le foto che seguono. Un appello: cari followers, anzi caro follower (dato che ne ho solo uno, che ringrazio) sii clemente.


Dunque, dicevo, entriamo nel vivo del tema di oggi, le candele: chi non le ama?  Oltre al candelabro visto e rivisto, però,  ci sono tanti altri modi di valorizzarle.


Prima cosa, possiamo metterle dentro bicchieri colorati, da disporre sulla tavola, in bagno, dove ci pare...




Se i bicchieri sono diversi tra loro, è anche meglio, avranno un aspetto meno "ingessato".




I bicchieri scompagnati per esempio vanno benissimo come portacandele, io li uso persino come copri-vasi per le mini orchidee, o come portafiori per i miei mazzetti estemporanei. Tra l'altro, se uno ne ha tanti, e magari casualmente si deve anche  sposare... perché  non usarli come bomboniere, ovvero come contenitori per piantine grasse, e confezionarli con un bel nastro? Spesa praticamente nulla e effetto elegante, discreto e molto green. (Lo stesso dicasi per vecchie tazze di porcellana).

Tornando alle candele, se vi serve una abat-jour da tavola, potete usare quei grandi bicchieri da degustazione di vini, che io non tiro mai fuori perché appena li tocchi per lavarli vanno in pezzi (...e poi, mi domando, perché dovrei degustare il vino in quei cosoni enormi?). Dunque, un utilizzo più interessante secondo me è il seguente:





Mettete la candela (che poi è una piccola scaldavivande, all'Ikea ne vendono pacchi interi a cifre ridicole) nel bicchiere e con del cartoncino a vostro piacere costruite una specie di tronco di cono... dopodichè appoggiatelo sul bicchiere.
Io ho fatto un copri-lampada semplicissimo e l'ho decorato con una delle passamanerie presa dalla scatola magica di mia nonna... però sarebbe carino usare gli stessi colori o decorazioni della tovaglia o di altri accessori. Va bene per una festa o per un tete à tete, o per qualsiasi cosa la fantasia suggerisca.

E adesso, per concludere, mi porto avanti sui tempi con un suggerimento a proposito del Natale... ebbene sì: che ne dite di questo?






Decorate la casa con vasetti di dimensioni diverse, in cui avrete messo del sale grosso, la solita candela bianca e un nastro immacolato... effetto NEVE!
Ovviamente ci possono essere mille varianti, anche non natalizie: colorare il sale e usare candela e nastro della stessa nuance, oppure optare per un risultato multicolore. Per colorare il sale ci sono modi diversi, io ne conosco tre:
1. coloranti alimentari, però il procedimento è laborioso perché poi il sale va messo in forno e scalpellato per ridurlo di nuovo in cristalli
2. uno spruzzo di tempera, poca d'acqua... lasciare asciugare al sole 
3. "mescolare" il sale usando i gessetti colorati

Una piccola cosa anche oggi, alla prossima.








3 commenti:

Trippivale ha detto...

A quanto pare il post è un pò vecchio...ma mi hai fatto venire una splendida idea per natale...dei bicchieri di diverse dimensioni con il sale grosso bianco e delle candele rosse...grazie :)

BEGONIA ha detto...

grazie a te! :-)

Anonimo ha detto...

Complimenti!