venerdì 30 settembre 2011

Contatti


Se volete scrivermi o mandarmi le immagini dei vostri progetti o di qualche cosa piccola, potete provare a far suonare la campanellina qui sotto...  ma forse è meglio se inviate una email a unacosapiccola@gmail.com 
Buona giornata a tutti, oggi è venerdì!



Pin It

giovedì 29 settembre 2011

Verde acqua, verde mare, verde mela, verde smeraldo... io amo il verde



Io amo il verde, e anche se mia nonna diceva Chi di verde si veste troppo di sua beltà si fida, a volte lo indosso pure. Il verde riposa gli occhi e lo spirito, il verde è fresco. Avete bisogno di un po' di verde? Eccolo qui (da tumblr.com)





















Pin It

mercoledì 28 settembre 2011

Strana mela


L’origine della mela allungata, o meglio gruppo di mele, non è nota, anche se deve essere molto antica; infatti intorno al 1595, Agostino Del Riccio nella sua Agricoltura Sperimentale e Teorica presenta una rassegna delle mele disponibili nel corso dell’anno e cita le “Musone”, che conosce in 2 tipologie differenti e di cui sottolinea la conservabilità: “Mele musone bastano fin’a Maggio” (Bignami e Rosati, 1982).
Un’interessante testimonianza dal passato ci viene dalle tele di Bartolomeo Bimbi (1648-1730), pittore naturalista attivo alla corte di Cosimo III de’ Medici, che illustra la mela Musa. Successivamente il Micheli (1679-1737) ci parla di una mela Musa o Musaiola che “dura febbraio e qualche poco di marzo”, mentre per il Lastri “non è buona che da mezza quaresima in là” (Bignami e Rosati, 1982).
Tra il 1500 e il 1700, quindi, esisteva un gruppo di mele di aspetto simile tra di loro: Comusa, Musa e Musaiola, il cui nome deriva dall’aspetto caratteristico del frutto (tronco-conico allungato, simile ad un muso di animale), a cui si aggiunge la Baccalare.
L’avvocato piemontese Jacopo Albertazzi, nel suo volume “Il padre di famiglia in casa ed in campagna” del 1812, riporta diverse ricette tra cui quella della mostarda di mele: “Per fare poi una mostarda migliore, non vi s’introdurrà vino alcuno ... Il semenzina è il migliore tra' peri per far mostarda, ed il muso di bue è l'ottimo tra' pomi, e di  maggior consistenza”. Questo documenta la diffusione delle mele allungate e la loro qualità.
Da noi queste mele si chiamano POME, e io oggi per la prima volta in vita mia le ho viste (e fotografate per voi).



Pin It

martedì 27 settembre 2011

I progetti dei followers



Buongiorno a tutti,


mi scuso di aver trascurato il mio amato blog ma in questi giorni non ho un minuto e sono sommersa da arretrati di cose da fare... per fortuna, però, sono stata soccorsa dai miei lettori, che sono pochi, sì, ma attivi e attenti, e mi hanno inviato le foto di alcuni loro progetti. GRAZIE!


Eccole qui. Fuffolo ha confezionato delle bellissime grucce imbottendole con la gommapiuma e rivestendole con scampoli di stoffa... poi un nastrino, un fiore, e il gioco è fatto! Ottimo lavoro.










(Fuffolo, approfitto per complimentarmi per la biancheria da letto davvero splendida)




Sempre Fuffolo, molto creativa, ci insegna come trasformare una federa in una graziosa tendina, SENZA CUCIRE! E noi le siamo grati.



Come ha fatto? Ha applicato quelle specie di clips dorate, che si trovano in ferramenta, alla federa, in modo da poterla fissare al bastoncino. Voilà! Molto carine, pratiche e soprattutto veloci da realizzare.







Ma la nostra Fuffolo non si è fermata qui, ha preparato anche l'olio al peperoncino con i frutti del suo mini orto da balcone (viva l'autoproduzione!) e lo conserva in belle bottiglie di vetro. Un pensiero ideale anche come strenna natalizia. Brava Fuffolo e grazie! Quando crei e realizzi altre idee, manda le foto e io condividerò tutto qui sul blog.





Direi che Fuffolo ci ha dato diverse piccole cose a cui pensare, e buoni spunti da mettere in pratica. Ho ricevuto anche altre foto ma questa volta si tratta di un progetto di un nonno, non molto piccolo a dire il vero, ma talmente bello che ve lo propongo ugualmente... una casetta su un albero, ideata e magnificamente costruita  per la nipotina, da qualche parte fra le montagne del Piemonte. Fortunata la bimba che può giocare nella casetta e disporre di un nonno così intraprendente!





Non è una favola? Grazie a voi tutti per i contributi, appena possibile tornerò con i vostri lavori, e con i miei. A presto!





Pin It

domenica 18 settembre 2011

Giallo



Dicono sia il colore dell'invidia, insomma non ha una grande fama, e allora mi è venuta voglia di leggere qualcosa a proposito; ecco cosa dice Wikipedia sul GIALLO:



Il giallo è uno dei colori dello spettro che l'uomo riesce a vedere. Ha la lunghezza d'onda compresa tra 565 e 590 nanometri.
È uno dei tre colori primari sottrattivi, insieme al ciano ed al magenta, il suo colore complementare è il viola. Tuttavia, a causa delle caratteristiche dei pigmenti utilizzati anticamente, tradizionalmente nella pittura il colore complementare viene identificato con il porpora.


Etimo

Dal punto di vista etimologico in italiano la parola giallo deriva dal francese antico jalne a sua volta derivante dal latino gǎlbinum e gǎlbus con significato di "verde pallido, giallo".

Uso, simbolismo ed espressioni verbali

  • In zoologia il giallo, specialmente se associato al nero, indica agli altri animali il pericolo; è usato, per esempio, da api, vespe ed animali marini tossici o dotati di pungiglione che in questo modo comunicano la loro pericolosità agli altri.
  • Giallo è un genere letterario che deriva dalla copertina di una fortunatissima serie di romanzi polizieschi editi dalla casa editrice "Arnoldo Mondadori" a partire dal 1929.
  • Giallo è uno dei colori simbolo della Cina.
  • Gialle erano le stelle di Davide che dovevano cucire, sui propri vestiti, gli ebrei durante le persecuzioni naziste.
  • In politica il giallo è il colore dei partiti e movimenti radicali
  • In alcune città i taxi sono gialli, tale uso probabilmente deriva da New York City, dove il tassista Harry N. Allen dipinse di giallo il suo taxi dopo aver imparato che il giallo è il colore più facilmente distinguibile da lontano.
  • Molti scuolabus sono dipinti di giallo per aumentarne la visibilità e offrire maggior sicurezza nella salita e discesa dei piccoli utenti.
  • Nelle corse automobilistiche, una bandiera gialla indica pericolo. Le macchine non possono sorpassare in presenza di tale avvertimento.
  • Nei semafori il giallo avvisa che sta per scattare il rosso.Se la luce gialla lampeggia e sono spenti il rosso e il verde, di solito nelle ore notturne in presenza di scarso traffico, invita a procedere con prudenza nell'attraversamento degli incroci.
  • Al pronto soccorso il codice di accesso giallo significa situazione grave, ma senza imminente pericolo di vita, con tempo di attesa di norma non superiore a 10 minuti.
  • Le Pagine Gialle sono quell'elenco telefonico o sezione di esso che elenca le attività commerciali raggruppate per categoria.
  • Giallo è un tipo di melone, che viene comunemente detto "melone di pane".
  • In dialetto napoletano, per dire di aver avuto molta paura, si dice "Ho fatto il giallo".
  • I tubi che servono da condutture di gas sono di colore giallo 

Interessante vero?
E ora, le foto in giallo...
















Buona domenica a tutti

Pin It

sabato 17 settembre 2011

Blue



Oggi mi sento molto blue, ecco qui qualche foto in tema (tumblr.com)













Guardare belle immagini a volte fa passare la malinconia.



Pin It