lunedì 12 settembre 2011

Orti urbani



Buona serata a tutti, 


in questi giorni sono parecchio presa e non ho potuto aggiornare il blog quotidianamente,  ma mi sento così in colpa che mi sto ritagliando un momento, così, tra capo e collo, per parlarvi degli orti urbani. Cosa sono? Sicuramente ne avrete sentito parlare e magari tra di voi c'è qualche giardiniere cittadino.


Da Andkronos: Spazi ricavati tra i palazzi o tra una strada e l'altra, sottratti all'abbandono dai cittadini per svolgervi una delle attività più antiche dell'uomo: zappare, seminare, raccogliere i frutti della terra. Sono gli orti urbani che, con qualche anno di ritardo rispetto agli altri Paesi (da decenni si praticano in Olanda e Svezia), si stanno diffondendo anche nelle città italiane, sotto diverse forme.
Ci sono gli orti didattici, come quelli di Milano in via Chiodi, nati per volontà di un agronomo dell'Università di Milano con studenti al seguito; gli orti sinergici (che rifiutano concimi, antiparassitari e lavorazione della terra), come quelli liguri a Vesima, e poi aiuole, orti da balcone e da appartamento, i cosiddetti "orti verticali". Solo a Roma si contano oltre settanta spazi condivisi, fra giardini (39), orti (20) e giardini spot (15). C'è quello alla Caffarella affidato al comitato del parco; l'orto comunitario dei lavoratori ex Eutelia-Agile-Olivetti presso l’istituto tecnico agrario Garibaldi di via Ardeatina; gli Orti della Magliana del comitato di quartiere, l'orto giardino dell'associazione Amici di Santa Croce in Gerusalemme, l'orto didattico del Farmer's Market al Circo Massimo.
A questi si aggiungono poi gli oltre 65 orti spontanei individuali, nati dall'occupazione, da parte di cittadini, di terreni abbandonati. Il fenomeno degli orti urbani dilaga però in tutta Italia, da Torino a Firenze, da Bologna a Treviso, passando per Bergamo e Livorno, anche in virtù del fatto che l'orto urbano potrebbe essere una risposta alle esigenze di approvvigionamento alimentare a km zero, dando vita così a circolo virtuoso ed ecocompatibile.
Dalla zappa alla rete, il passo è stato immediato. I nuovi contadini urbani, con la vanga in una mano e il mouse nell'altra, hanno creato da subito un fenomeno che spopola su Internet dove si moltiplicano i siti dedicati al giardinaggio cittadino e i blog dove gli agricoltori urbani raccontano la propria esperienza. C'è anche un forum che fa capo a un movimento vero e proprio: si chiama Guerrilla Gardening e agisce con attacchi verdi alle zone dimenticate delle città, da Londra a Milano ai "friarielli ribelli" di Napoli.
Chi si lancia nell'avventura dell'orto in città, raramente ha esperienza sul campo. Il lavoro diventa così un work in progress condiviso in rete, dove ogni nuova esperienza e ogni scoperta vengono comunicate immediatamente. Basta fare un giro in Internet per imbattersi nei blog dei neo-agricoltori italiani, da ortodiffuso.noblogs.org a ortiurbani.blogspot.com e coltivarelorto.myblog.it e ortidipace.org.
Qui, si possono consultare tabelle di semina o il calendario lunare, scoprire come coltivare la zucca Hokkaido, capire quando piantare cosa e come risolvere i problemi che si incontrano coltivando. Per una panoramica internazionale ci sono siti dedicati al tema come www.jardins-familiaux.org o www.cityfarmer.info.
Per realizzare un orto urbano bisogna trovare il posto adatto, organizzarsi con altri cittadini per occupare un terreno in disuso o avere uno spazietto vicino casa. Per gli aspiranti agricoltori senza terra, c'è però un'altra soluzione: sono gli orti da balcone o da appartamento. Un fenomeno così dilagante che anche il mercato si adegua alla nuova moda.




In Italia, parte da Torino la riscossa dei community garden tricolori. Parte da un quartiere popolare e multietnico della periferia nord del capoluogo piemontese: Barriera di Milano. E parte con un progetto chiamato, non a caso, Giardinieri di Barriera: per nuovi giardini condivisi in città.L’idea? Quella di sfruttare i tanti terreni incolti e lotti urbani abbandonati per creare piccoli giardini, campi gioco, orti, zone di ritrovo. Insomma, luoghi aperti a tutti. Progettati e realizzati direttamente da chi li dovrà vivere, secondo le esigenze e i desideri più diffusi.
Ma Giardinieri di Barriera non è soltanto questo. “Il nostro obiettivo è quello di creare una grande rete istituzionale di giardini condivisi”, dice Michela Pasquali, paesaggista e scrittrice, che ha curato il piano insieme a Stilema.

Purtroppo ora come ora il progetto è fermo; ma  per informazioni ci si può rivolgere a questo indirizzo michela.pasquali@gmail.com 
Fonte: http://blog.atcasa.corriere.it/community-garden 


In seguito o parallelamente a tutto ciò, è nata l'ortoterapia: una terapia alternativa, capace di migliorare lo stato di salute degli individui, sia da un punto di vista prettamente organico che psicologico.

La Horticultural Therapy è nata nei paesi anglosassoni, dove la natura è da sempre molto amata, e comprende l'attività di giardinaggio, la coltivazione di piante e di ortaggi, e altre azioni  che permettono la cura dell’ansia attraverso la stimolazione dei sensi del tatto, dell’olfatto e della vista. Tutti  sappiamo quanto sia piacevole una passeggiata nel bosco o in un parco cittadino quando si è molto stressati e stanchi: la semplice visione degli alberi e dei colori dei fiori talvolta riesce a risollevare il morale anche ai malati, ai disabili ed ai depressi. 
Se tutto questo è vero, si può comprendere come un rapporto attivo con la natura possa ulteriormente favorire le proprietà terapeutiche naturali dei luoghi verdi.
Così come gli animali, utilizzati nella pet therapy, la ortoterapia lavora con un materiale vivente, le piante, e serve per curare particolari disabilità o alcuni stati di disagio (stress, depressione, ansia, vecchiaia, tossicodipendenza, detenzione...). 

Nei giardini terapeutici si trova o si ritrova la fiducia nelle proprie capacità di far vivere, crescere e curare un essere vivente, si sviluppa un metodo di lavoro, che consente di raggiungere un obiettivo, rappresentato dalla crescita della pianta. Fornisce dunque nuove motivazioni e nuovi stimoli ed in questo senso, è in grado di dare un sostegno molto importante a persone che soffrono di gravi patologie e a quelle che stanno sperimentando il male di vivere. Molto importante è anche il lavoro di gruppo, che facilita la socializzazione e la condivisione.

Data la grande quantità di ricerche che si stanno producendo sull’argomento in Canada, in America ed in Gran Bretagna è ormai nata la figura dell'ortoterapista, che si occupa della progettazione dello spazio verde dove curare i pazienti: è questo che stabilisce le dimensioni ottimali e l’orientamento del parco, la scelta delle piante più adatte, nonché gli strumenti e gli arnesi più adeguati da offrire ai pazienti, in relazione al loro problema.

In Italia non esiste ancora un giardino progettato ex novo per praticarci l’ortoterapia, ma vengono, in alcune case di cura ed in alcune comunità, utilizzati i parchi già esistenti.
 











Quanto agli orti da balcone (la prossima primavera ci provo anche io) ecco un interessante blog http://lortosulbalcone.splinder.com/ e qualche foto.








Se fate un giro in rete troverete moltissimo materiale. Io non vedo l'ora di cominciare a coltivare il mio orticello pensile!





Pin It

5 commenti:

fuffolo ha detto...

ho pensato che potrebbe esserti utile
http://www.ideetascabili.it/2011/03/lorto-sul-balcone-primi-lavori/
è una cosa che non farò mai, un conto è comprare piantine alimentari già avanzate nella crescita, altro la coltivazione cmq buona fortuna ne avrai bisogno! importantissimo che tu non abbia animali in casa e per animali intendo esseri viventi e non figli, perchè se hai animali devi difendere le coltivazioni con delle reti, se hai bambini, un'altra persona della famiglia deve difenderli dalla tua voglia di ucciderli quando ti sbarberanno le piantine

ninest123 ha detto...

michael kors, ray ban sunglasses, nike air max, louis vuitton outlet, longchamp pas cher, nike free, tiffany jewelry, nike air max, prada outlet, ray ban sunglasses, cheap oakley sunglasses, oakley sunglasses, louis vuitton, oakley sunglasses, uggs on sale, polo ralph lauren outlet, sac longchamp, oakley sunglasses, ralph lauren pas cher, longchamp outlet, longchamp outlet, nike free, louboutin shoes, ray ban sunglasses, nike roshe run, louboutin outlet, burberry, chanel handbags, ugg boots, kate spade outlet, air jordan pas cher, jordan shoes, tiffany and co, gucci outlet, louboutin pas cher, replica watches, oakley sunglasses, ugg boots, christian louboutin outlet, louis vuitton outlet, louis vuitton, longchamp, air max, prada handbags, polo ralph lauren outlet, replica watches, nike outlet, louboutin, louis vuitton, tory burch outlet

ninest123 ha detto...

ugg boots, nike roshe, mulberry, converse pas cher, nike air max, nike free run uk, abercrombie and fitch, michael kors outlet, north face, michael kors, true religion outlet, hollister, timberland, burberry outlet online, tn pas cher, michael kors outlet, lululemon, lacoste pas cher, coach outlet, hogan, vanessa bruno, michael kors outlet, michael kors, nike blazer, ralph lauren uk, vans pas cher, oakley pas cher, michael kors outlet, coach outlet, burberry, ugg boots, nike air max, michael kors, michael kors outlet, sac guess, nike air max, hollister pas cher, north face, air force, hermes, replica handbags, true religion jeans, coach purses, michael kors, new balance pas cher, true religion jeans, kate spade handbags, true religion jeans, ray ban pas cher, ray ban uk

ninest123 ha detto...

timberland boots, lancel, chi flat iron, nike trainers, insanity workout, new balance, vans shoes, gucci, soccer shoes, nike air max, ray ban, reebok shoes, mont blanc, celine handbags, ralph lauren, jimmy choo shoes, nike air max, lululemon, converse outlet, ghd, oakley, longchamp, ferragamo shoes, babyliss, bottega veneta, mcm handbags, beats by dre, hollister, p90x workout, soccer jerseys, hollister, iphone cases, vans, nike roshe, louboutin, converse, north face outlet, wedding dresses, baseball bats, instyler, hollister, herve leger, mac cosmetics, valentino shoes, asics running shoes, nfl jerseys, nike huarache, abercrombie and fitch, north face outlet, birkin bag

ninest123 ha detto...

ugg boots uk, canada goose, toms shoes, pandora charms, juicy couture outlet, louis vuitton, thomas sabo, moncler, moncler, canada goose uk, moncler outlet, replica watches, swarovski crystal, canada goose, supra shoes, canada goose, juicy couture outlet, wedding dresses, moncler, sac louis vuitton pas cher, coach outlet, swarovski, pandora jewelry, louis vuitton, canada goose, louis vuitton, ugg,uggs,uggs canada, moncler, canada goose outlet, karen millen, moncler, canada goose outlet, louis vuitton, ugg,ugg australia,ugg italia, ugg pas cher, moncler, montre pas cher, links of london, hollister, pandora charms, doudoune canada goose, pandora jewelry, moncler, bottes ugg, marc jacobs