martedì 28 febbraio 2012

Scusa il disordine...



Begonio (pensate un po') mi ha segnalato un'iniziativa molto carina sul sito di Genitori crescono, ecco il link:
http://genitoricrescono.com/scusa-il-disordine/
In pratica si tratta di una sorta di comunità virtuale  che si pone contro il concetto di casa sempre immacolata e contro la tensione ideale a diventare donne bioniche, di quelle che ti dicono "Scusa il disordine" e poi sul loro parquet potresti mangiare. Grazie a foto scattate  nella propria casa vissuta (non disordinata, VISSUTA, si dice!)e alla didascalia giusta (fondamentale) potremo sentirci meglio e scoprire che anche altri condividono la nostra stessa dimensione di NON perfezione. MOLTI altri. Questo dovrebbe anche aiutarci a lenire il senso di colpa per non riuscire a tenere insieme in modo ineccepibile casa famiglia lavoro marito e chi più ne ha più ne metta... anche se, secondo me, noi donne il senso di colpa purtroppo non ce lo toglieremo mai, ma questo è un altro discorso, magari argomento di un prossimo post.
Tanto per cominciare vi metto qualche immagine di alcuni angoli di casa mia, spazi che per ora mi sono ben guardata dal mostrare a chiunque...


Il mobile dell'entrata: una macchia di colore deliziosa!

Camera dei bambini: pupazzi a portata di mano per non sentirsi mai soli e oggetti vari sotto il letto.
Nel corridoio, già pronto all'uso, il seggiolino della bici: a cascata, sopra il medesimo, cappotti e sciallini da acchiappare al volo, più comodo di così!
Non dimentichiamo i pezzi della pista delle macchinine, che non entravano nel sacchetto, sulla via per la cantina da un secolo, ogni giorno ne prendi uno e lo porti giù, meglio che siano a vista no??

Il letto: ma perché perdere tempo aprendo e chiudendo cassetti ed armadietti? Cosa è meglio di un lettone per appoggiarvi pronti all'uso i pigiami per la notte, la borsa e perché no, lo zaino di scuola? Notare poi la shopper bag appesa alla maniglia, praticissima da afferrare per  l'acquisto dell'ultimo minuto!




L'angolo di Begonio: scarpe ovunque, che aumentano via via, e il tocco dell'artista, il baule di vimini che non si chiude più... un po' di asimmetria è il sale della vita.


Cari amici, se vi va, mandatemi le foto della vostra casa! Le metteremo tutte insieme.
C'è anche una pagina su Facebook http://www.facebook.com/genitoricrescono se preferite pubblicarle lì.

E ora vado a cercare la macchina da cucire, che si trova... ehm... sotto lo stendino :-)
Buona serata a tutti.


Pin It

domenica 26 febbraio 2012

Un libro animato



Buona domenica a tutti, c'è il sole! Ho appena trovato una cosa bellissima qui






Lo trovo meraviglioso, questo vecchio libro animato. Ecco, a differenza di tante cosine belle che amo guardare ma che non accumulerei in casa per la solita vecchia storia del ciapa puer, questo libro invece lo appenderei in soggiorno proprio come un quadro e ne sarei orgogliosissima.



Pin It

giovedì 23 febbraio 2012

Cucire cucire cucire...



Come giustamente mi ha fatto notare una collega blogger in un commento, si tratta proprio di un sacro fuoco, quello che mi è preso del cucito, e non so cosa lascerà dietro di sé. Intanto, nei ritagli di tempo i miei tentativi continuano... lo so, sono tarda, a quest'ora voialtri avreste già cucito un tailleur, embeh? Che ci posso fare io se ci metto il mio tempo??
Dicevo, continuo ad esercitarmi: oggi ho infilato benissimo la macchina e ho anche fatto una mini cuciturina (in cui poi purtroppo si è ingarbugliato tutto perché avevo dimenticato di tirare giù il piedino...); ma è stato un caso che abbia potuto provare la macchina, perché il problema allo stato attuale è il filo di sotto: come si collega a quello sopra??? Ci ho provato più o meno 25 volte seguendo le istruzioni, e mi è riuscito una volta sola! Questa dunque è la mia missione nei prossimi giorni, tirare fuori entrambi i fili e metterli lì dietro dove devono stare. Se prendo la mano con questo, passerò a cose più serie (cioè a cucire... e lì saranno nuove mirabolanti avventure, perché per ora come vedete sono ancora ferma a sistemare i fili al loro posto... sob).


Però mi piace così tanto la mia macchina, la guardo e la riguardo e sono felice perché la desideravo tanto... nonostante mi dia del filo da torcere (perdonate il gioco di parole).


Ho trovato qua e là alcune immagini carine










ma la più bella di tutte è decisamente il vestito da ballo di Cenerentola cucito dai topini (a mano però... che sia un avvertimento?)





Pin It

mercoledì 22 febbraio 2012

Vestitini



Ho trovato per caso un blog con delle cose meravigliose; eccolo qui http://pinta-pinta.blogspot.com/ 
Guardate questi abitini, SONO STUPENDI! Mi piacciono da morire. La signora in questione ha ottimo gusto. :-)











Pin It

lunedì 20 febbraio 2012

Misteri del cucito e letture



Mi rendo conto che tantissime donne al mondo sanno usare come se niente fosse una macchina da cucire, ma io non sono fra quelle e ho dovuto faticare parecchio per iniziare a capirci qualcosa...
Intanto, in questi giorni ho avuto un'influenza tremenda e ancora oggi mi sento spossata; ho passato il tempo alternandomi tra letto e divano e, ogni tanto, pulendo qua e là, presa dall'angoscia che la casa stesse andando a rotoli mentre io stavo male. Ho anche letto molto. Vi ricordate che mesi or sono vi avevo raccontato di quel romanzo, Le benevole (J. Littell)? Ebbene, non sono mai riuscita a terminarlo, e per di più, non sono nemmeno riuscita a leggere altro, per tutti questi mesi, fino ad ora. Complice l'influenza e la pausa forzata ho ripreso un libro in mano, questo



e ho sconfitto il blocco; 700 pagine in pochi giorni! Non è il mio genere perché sconfina un po' troppo nell'assurdo (che però oggigiorno si chiama onirico) ma è davvero APPASSIONANTE. Il terzo libro purtroppo dovremo attenderlo fino ad ottobre. Per non sentirmi troppo orfana ho ora sul comodino un altro Murakami, Norwegian wood. Speriamo bene.

Altra lettura di questi giorni: il manuale della Singer...
Dopo aver fatto un accrocchio di fili, ieri pomeriggio ho deciso di prendere il toro per le corna e mi sono studiata le istruzioni... sembra tutto facilissimo ma se una manca di mente tecnica e in più non ha idea di come si cucia a macchina, quindi non ha le basi (come dicevano le professoresse alle medie), la cosa tanto ovvia non è. Per esempio, lo sapevate voi che ci sono due spolette di filo, una sopra e una sotto?? Di quella sopra lo sapevo, ma quella sotto che ci fa lì? Beh, comunque ci deve stare, non approfondiamo oltre... 
E poi, un'altra cosa... ma perché per fare una cucitura bisogna andare marcia avanti poi marcia indietro un pezzettino? Non so, per me questi sono tutti misteri.
Fortunatamente esistono i tutorial video, e io ne ho trovati due che mi hanno leggermente aiutata







Qui c'è un sarto spagnolo, bravissimo, magari avessi io la sua sicurezza.
Così, mentre aspetto di andare a togliermi ogni dubbio dalle signore in negozio, prendo un po' di lezioni virtuali.




Pin It

venerdì 17 febbraio 2012

Macchina da cucire



Mi ero dimenticata di dirvi che mi hanno regalato la macchina da cucire! Per ora non l'ho ancora usata perché non ho avuto tempo di capire come funziona, ma presto mi impegnerò in questo senso... 


http://maudelynn.tumblr.com/post/13374777976/dollmixture-child-sewing-for-her-doll-usa

Aggiornamento: poco fa ho fatto un tentativo ma mi sa che ho già combinato un casino, mi si è incastrato tutto... ma perché il filo passa da sotto a sopra??? E cosa c'è lì sotto???
Si vede che non avevo mai toccato una macchina da cucire in vita mia???



Pin It

giovedì 16 febbraio 2012

Armistizio






Ho trovato qui http://multimedia.lastampa.it/multimedia/la-zampa/lstp/118756/
questa ed altre foto di un gatto e di un topo che, forse a causa della neve e del gelo, hanno stipulato un armistizio. Sono state scattate a Portacomaro, in provincia di Asti, da un signore che è stato testimone di questo pacifico incontro. Mi sono piaciute molto.



Pin It

martedì 14 febbraio 2012

La gente è strana



Sul biglietto c'è scritto (pressapoco): 
AVVISO
Mentre stai leggendo, c'è un uomo  che ti sta fotografando da una delle finestre lassù. Poi farà un minuscolo modello della tua persona e lo metterà assieme ad altri minuscoli modelli di altre persone, dopodiché li userà per fare strani giochi.



Ho trovato questa foto in the-silk-road.tumblr.com e mi chiedo: sarà una forma di arte urbana? Oppure uno scherzo? Oppure una reale comunicazione per i passanti? 
:-)
Certa gente è proprio strana.



Pin It

sabato 11 febbraio 2012

Cappello a cilindro (piccolo)



Ovviamente, piccolo! Se no che ci sto a fare io qui??
Vi piace? L'ho trovato in un sito di una signora che crea degli animali in miniatura come uccellini, gufi e altri, e tanti oggetti con la carta, e qui c'è anche il tutorial 
http://annwood.net/blog/2009/09/17/tiny-tophat/


Ma poi, cosa ne ha fatto la signora del cappellino? Questo:


Ha cioè confezionato due uccellini in versione sposi da mettere su una torta nuziale, in poche parole (e in inglese) ha preparato un cake topper.
E un'altra volta ha costruito questo castello con i ritagli di uno scatolone.


Ci mancano solo un principe ed una principessa ed è perfetto.







Pin It

venerdì 10 febbraio 2012

Mini-giardini



Vi ricordate del movimento Guerrilla Gardening? Ne avevo parlato alcuni post fa... forse tanti post fa. Si tratta di un insieme di persone che in tutto il mondo cerca di abbellire le città (e le loro brutture) con il verde, piantando qui e là abusivamente piante e fiori, soprattutto nelle aree più degradate.
Ho trovato un video interessante (è però in inglese) dedicato ad un signore che a Londra crea dei mini giardini deliziosi con tanto di panchine, annaffiatoi e altri oggetti in miniatura! 




Pin It

giovedì 9 febbraio 2012

Cose piccolissime



Guardate cosa ho trovato qui, un tutorial fotografico (ci sono anche le istruzioni scritte ma... ehm... non so nemmeno che lingua sia...) per creare dei librini-ini-ini più piccoli di un francobollo!




Invece qui c'è il tutorial per delle valigie in miniatura stupende!



qui, infine, ci spiegano come costruire questa borsetta deliziosa con il fimo




Datevi da fare! :-)








Pin It

mercoledì 8 febbraio 2012

Geo visitors



Sono emozionatissima! Da qualche tempo ho messo Geo Visitors sul blog, così, tanto per aggiungere qualche gadget carino, e proprio oggi ho notato che qualcuno ha visitato Una Cosa Piccola da un luogo a me ignoto, lontano, e suppongo anche piuttosto selvaggio, in British Columbia, per l'esattezza qui:



Mi fa effetto pensare che qualcuno abbia letto queste mie pagine in un angolo del mondo così distante da me e dalla mia vita... e poi, se guardate la mappa, vedrete che non ci sono grandi città da quelle parti; deve essere una località naturale con parchi e laghi... sto cercando di immaginarmela...
La potenza della tecnologia: senza internet, questi scambi non sarebbero mai stati possibili. Adesso vado a googleare un po' sulla British Columbia... :-)
Buona serata a tutti e un saluto particolare a te, visitatore o visitatrice lontano/a.



Pin It

martedì 7 febbraio 2012

Biancaneve

 
Vi dico subito che io di questa neve mi sono stufata, non vedo l'ora si sciolga... soprattutto il ghiaccio. Non è che desideri la primavera immediatamente, perché ogni cosa ha il suo tempo, l'inverno lo si deve passare per forza, l'oscurità pure... le gioie impreviste ed anticipate poi le sconti comunque. L'inverno e la notte devono fare il loro corso. Però se questo gelo polare se ne tornasse da dove è venuto non mi dispiacerebbe.
A proposito di neve, c'è una fiaba...


"C'era una volta, nel pieno dell'inverno, quando soffici fiocchi di neve cadevano come piume dal cielo, una regina che cuciva seduta presso una finestra dalla cornice nera di legno d'ebano. Mentre cuciva, guardava la neve e si punse un dito con l'ago; così, tre gocce di sangue caddero sulla neve, e, il rosso sul bianco risultò così bello ch'ella pensò: 'Ah, se solo avessi una bambina bianca come la neve, rossa come il sangue, e bruna come l'ebano di questa finestra!' Poco tempo dopo, le nacque una figlia che era bianca come la neve, rossa come il sangue, e bruna come l'ebano, così, la chiamarono la loro Piccola Biancaneve... " 
Fratelli Grimm, 1819




Se non la ricordate, potrete leggere qui anche le versioni più antiche. 


(Illustrazioni di Franz Juttner - 1910)





Invece, in questo sito troverete tante bellissime illustrazioni vintage della fiaba.




Qui, delle bambole di carta da ritagliare e vestire, da un album del 1938.  Ecco 





Per gli amanti del genere (forse più per LE amanti, perché finora non ho mai conosciuto uomini appassionati di paper dolls)): le immagini si possono stampare a colori, incollare su cartoncino, ritagliare. E se poi le mettete in una bella scatola decorata, diventano un regalo molto speciale per qualche bambina romantica.






Pin It

lunedì 6 febbraio 2012

Orchidee



Ma le orchidee fioriscono d'inverno? O quando pare a loro? Secondo me quando vogliono e quando si sentono. In questo periodo tutte le mie phalaenopsys, che sono quattro (due piccole e due grandi) hanno dei boccioli e due sono già fiorite. Che bello. Anche se in questi giorni non riesco ad apprezzare.





Intanto, fuori, ancora neve, neve, neve...



Pin It

venerdì 3 febbraio 2012

Candelora



Secondo me a febbraio già tira un'aria diversa che pur nel freddo e nel gelo lascia intravedere uno spiraglio, non per niente ieri era la Candelora che dall'inverno ci porta fora.
Ispirata da questa cosa ho fatto una copertina in pannolenci per un piccolo quaderno. 









E' un lavoraccio... con la stoffa, bottone e nastrino è molto più veloce. Però col pannolenci è carino davvero.




Pin It