giovedì 29 marzo 2012

Fiori da cogliere 2



Questi non sono i fiori di campo di ieri, sono  quelli semplici di una primavera in città. Oggi sono andata al lavoro in bici, e passando lungo un giardinetto ho fatto qualche foto, niente di che, ma le metto lo stesso perché  si parlava di tarassaco, e tarassaco sia






Mentre andavo, riflettevo ancora sui fiori da cogliere, e ho pensato che amo fare questi mazzolini improvvisati anche perché mi piace tanto la sensazione di poter avere qualcosa di bello  SENZA DOVERLO SEMPRE PAGARE... non c'è più nulla ormai che non si ottenga con uno scambio in denaro, ed è magico ricordarsi con un gesto che invece il mondo è nostro, che ci sono cose bellissime che sono lì per noi, per tutti.



Pin It

mercoledì 28 marzo 2012

Fiori da cogliere



Oggi una mamma ai giardini diceva al bambino di non cogliere i fiori perché così muoiono, meglio lasciarli al loro posto e guardarli.
Ha ragione, per carità, ma a me piace tanto raccogliere i fiori spontanei del prato e farne dei mazzolini... da piccola intrecciavo anche delle corone, e quando vivevo in campagna avevo sempre un vaso colmo di fiori selvatici in casa. Non resisto.
E sapete che da quando è arrivata la primavera non mi è ancora riuscito di trovare dei bei fiori in giro? A parte quelli gialli del parco giochi (sapete, tipo girasolini, con le foglie lanceolate... questi qui sotto, insomma) che senza offesa non sono granché. Però fanno bene per tante cose, e sono buonissimi con l'uovo sodo!



Per trovare qualcosa di più carino mi ci vorrebbe una gita nei prati...
mentre aspetto di andarci, spero presto, mi consolo con qualche immagine suggestiva...

beautythatmoves.typepad.com

beautythatmoves.typepad.com

beautythatmoves.typepad.com

weheartit.com

daintylittledreamer.tumblr.com




Pin It

sabato 24 marzo 2012

Novità sul balcone



Carissimi, effettivamente è arrivata la primavera e oggi è una giornata splendida, ed essendo anche sabato potrei fare mille cose belle... MA io e il piccolo, quello sgridato dalle pepie del giardino, ci siamo presi un orrendo virus che non sto a descrivervi e siamo parecchio giù. Quindi niente da fare.
Ho però scattato qualche foto alle piante sul balcone, c'è persino qualcosa di nuovo e colorato.


La piantina in questione non so cos'è, era in un vaso portato dalla campagna dove c'era qualcosa che poi è morto... e dopo alcuni giorni sono spuntati questi germogli di qualche tipo di rampicante. Credo sia un convolvolo, in tutti i casi me lo tengo perché già da ora mi piace e mi sta molto simpatico

Sempre lui

Non so il nome nemmeno di queste due ma sono piante grasse ornamentali, che finora hanno sempre fiorito in rosa, sopravvissute ai -15 dell'inverno

Di nuovo il misterioso rampicante...


Mughetto pieno di vita!

Begonia Bonfire: ogni anno sembra andata ma poi risorge dai suoi tuberi... vedete quei pirolini rosa? E da lì che parte tutto. Accanto alla begonia ci sono dei germogli di Lobelia

Prezzemolo sopravvissuto all'esterno... come abbia fatto non so

Primule

Viole e deliziose sconosciute rosa (non conosco il loro nome)

Altre gioie primaverili


A proposito di verde, una blogger simpatica, Pentapata, ha inaugurato di recente un nuovo spazio dedicato proprio a questo. A me è piaciuto tanto. Se volete è qui: www.justalittlebitofgreen.com/ e ora come ora c'è anche una mia ipomea che fa bella mostra di sé nel primo riquadro :-)
E poi non dimentichiamo quello che è il mio blog preferitissimo in assoluto: non me ne vogliano tutti gli altri ma al cuor non si comanda
giardinaggiosentimentale.blogspot.com








Pin It

venerdì 23 marzo 2012

Le mamme del giardino



Le mamme del giardino prese tutte insieme rappresentano un’entità inquietante. Per fortuna qualche volta se ne trovano di simpatiche con cui puoi fare un po’ di taglia e cuci… anche se di solito quelle me le porto già dietro da casa… si va insieme, insomma.
Beh, oggi ho avuto un esempio di mamme del giardino veramente pessimo… mi trovavo con mio figlio di 4 anni davanti all’altalena, in coda dopo un paio di bimbi, e lui protestava rumorosamente dicendo che voleva andarci subito e avanzando altre pretese con tono capriccioso e stizzito. Dava veramente sui nervi! Allora mi sono chinata  a spiegargli che la coda è la coda, non c’è niente da fare, bisogna rispettare i turni e la faccenda finisce lì. Lui si è rassegnato (non proprio subito) e dopo qualche rimostranza mi ha dato la manina,  da bravo, in attesa…
Un paio di mamme (o forse una era una nonna), senza che nessuno le avesse interpellate, sono partite all’unisono dicendo: eh beh però bambino non si fa mica così, ci sono anche gli altri, tu ci vai dopo, quel bimbo è più piccolo… e blahblahblah…  e l’altra: e poi si dice per favore… chissà che bel daffare devi dare tu alla tua mamma … (mi guarda con aria complice) - io taccio e formulo una specie di sorrisino fittizio che in realtà è una smorfia di dolore, perché la signora e la nonna mi stanno innervosendo -  ma non contenta, la mamma continua: non è vero, SIGNORAAAA??????? Io ancora zitta, il sorriso muore sulle labbra… 
e la nonna riparte: bambino sai l’altalena è di tutti e blahblahblah…
E l’altra: perché non vai su quell’altalena piccola laggiù, carino? E la prima: perché non vai sull’altalena grande, che ormai sei grande per questa!
MA INSOMMA, DICO IO, FARSI GLI AFFARI PROPRI E DEI PROPRI FIGLIOLI E NIPOTI, NON E’ CONTEMPLATO IN QUESTO CAVOLO DI GIARDINACCIO????
Mio figlio sarà pure un rompiballe, ma è chiedere troppo che se ne occupi sua madre o dobbiamo fare una fila (oltre a quella dell’altalena) per proporre perle di saggezza a Begonia e prole??

2011.11_it_lifestyle_yummymummy1.jpg


Pin It

giovedì 22 marzo 2012

Altre cosine



Rieccomi, dopo qualche giorno. Aspettavo a scrivere perché mi mancava l'ispirazione ma poi ho trovato delle cosine in questo blog
nechepurenka.blogspot.it, dedicato a pupazzi, casette e accessori. I pupazzi non sono proprio di mio gusto ma tutto il resto è speciale.








Cosa potrebbe contenere un libriccino così minuscolo? Io credo, solo due minuscole poesie...

PER  FARE  UN  PRATO


  Per fare un prato
ci vogliono un trifoglio e un’ape
un trifoglio e un’ape e il sogno.
Ma basta il sogno se le api sono poche.
Emily Dickinson


ALLA FORMICA


                                                                               Chiedo scusa alla favola antica, 
se non mi piace l'avara formica. Io sto dalla parte della cicala 
che il più bel canto non vende, regala. 

Gianni Rodari







Pin It

venerdì 16 marzo 2012

Le pantofole della fata



Qui ho trovato un bellissimo tutorial per confezionare delle pantofole a misura di fatina. Suggerirei di lasciarle tra le foglie del vostro balcone o giardino in maniera da invogliare qualche fatina stanca a farvi visita. Devo cucirle anche io al più presto! Sapete bene che le fatine si danno un gran daffare a spargere polverine dorate con le loro bacchette e svolazzano qua e là tutto il giorno... la sera altro non desiderano che una morbida pantofolina in feltro per riposare più comodamente nel verde...





Pin It

lunedì 12 marzo 2012

Bonbons? Sì, grazie.



Invece delle solite bomboniere, che sono di solito bruttine ed inutili (oltre che costose) perché non pensare a qualcosa del genere?


http://www.youaremyfave.com/2011/04/21/candy-favors-are-my-fave/

Secondo me è un'idea carina, che va bene anche per un matrimonio o per qualsiasi tipo di festa o di occasione in cui si voglia lasciare un pensiero agli invitati. Per un party di nozze, io userei piccole bottiglie tutte diverse l'una dall'altra, le decorerei con un bel nastro di organza, e dentro metterei i confetti, magari colorati e di forme graziose. Mi sembra veramente assurdo al giorno d'oggi spendere migliaia di euro, anzi decine di migliaia di euro, per sposarsi, quando in giro puoi trovare un sacco di idee originali e bellissime per organizzare un matrimonio tanto economico quanto indimenticabile! E che non sia una fotocopia di tutti gli altri...



Pin It

sabato 10 marzo 2012

Copriletto all'uncinetto



Cari amici, bando alle ciance, oggi si lavora (gratis, come al solito... :-/).
Basta foto e fotine, ecco qui un bel tutorial per un copriletto di cotone all'uncinetto. Sto aiutando un'amica a finire questo lavoro che va avanti da anni; le mancano pochi esagoni a terminare la coperta e spero di riuscire a farli io per lei. Certo è un lavoro lungo, anche se assolutamente facile, solo maglie alte e catenelle!


Questo è l'esagono base fatto dalla mia amica

Questo è il mio!




Sono orgogliosa perché solo l'estate scorsa mi barcamenavo tra tutorials online e lezioni della mamma per capire come fare una catenella... vi ricordate poi dei cerchi? Quanti cappellini per Super Mario ho fatto prima di eliminare l'effetto coppetta! Nessuno mi aveva spiegato che bisognava aumentare le maglie. Non parliamo poi dei fiori, in montagna ad agosto la sera ho sperimentato tanti di quei fioracci che prima di vederne uno decente è passato un secolo. Poi però sono riuscita a riparare la coperta di mia nonna, ed ora sto facendo un copriletto! Non mi par vero. Sono contenta.


Dunque, il modello per gli esagoni è questo:


1° giro: 8 catenelle
2° giro: 22 alte
3° giro: 28 alte
4° giro: 42 alte
5° giro: 3 alte - 1 nocciolina (6 alte chiuse insieme) - 3 alte - 3 catenelle 
6° giro: 3 catenelle - 12 alte
7° giro: 4 catenelle - 5 alte - 1 nocc. - 3 alte - 1 nocc. - 5 alte - 4 catenelle
8° giro: 5 catenelle - 15 alte


Olé.





Pin It

venerdì 9 marzo 2012

Women's International League



http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Women%27s_International_League,_5._1._1922.png



E' una foto del 1922. Questo gruppo di donne nacque nel 1915 e con rappresentanza di diversi Paesi si formò per discutere sulla grande guerra e sulla possibilità di vivere in pace e libertà. E andò avanti.
Se cliccate sull'immagine potrete guardarla meglio. Trovo affascinanti le facce; ognuna racconta una storia perché non sono facce qualsiasi, sembrano attrici, o streghe, o aliene scese tutte insieme da un'astronave a forma... che so, di teiera, o di ombrellino parasole...
Mi piacciono i cappellini, gli abiti, le posizioni, gli sguardi, molte hanno gli occhi rivolti altrove, non al fotografo... sono un gruppo di donne che sanno il fatto loro, si vede bene. Chissà quante storie ci avrebbero potuto raccontare... storie del secolo scorso, e di quello prima.


Pin It

mercoledì 7 marzo 2012

Bambola



Sabato nella vetrina di un negozio di giocattoli ho visto una bambola meravigliosa e Begonio l'ha fotografata. E dire che io non sono mai stata molto amante delle bambole... ma questa qui mi ha stregata, la trovo bellissima, in tutti i particolari, sembra una bambina vera ed ha un'espressione  assorta e così dolce... confesso che se avessi ancora sette anni farei carte false per farmela regalare, anzi... ehm... quasi quasi anche ora...





Pin It

lunedì 5 marzo 2012

Momento Pinterest



Anche voi avete il vostro momento Pinterest? Io sì, da un bel pezzo, e ho scoperto che dà dipendenza, quindi devo assolutamente ridurlo.  
www.pinterest.com è una specie di social network fatto per condividere contenuti trovati in rete, e quindi ci trovi di tutto: immagini, suggerimenti, tutorials, ricette, fotografie... alcune cose sicuramente interessanti e belle e altre anche utili; insomma, tutto ciò che c'è in rete già comodamente diviso in settori e pronto alla fruizione. Ma non è questo che dà dipendenza, almeno a me... il fatto è che da lì parti a scoprire un sito, un blog, poi un altro, un altro ancora, ancora uno e poi basta poi una raccolta di foto su tumblr e la serata passa che non te ne accorgi nemmeno... e tu non hai fatto altro che stare davanti al computer.
A casa mia, la sera dopo cena, quando i bimbi sono pigiamati e guardano un cartone, e Begonio è immerso in uno dei suoi telefilm sterpaglie *, io mi metto lì tranquilla e inizio a guardare qua e là, pinno** una foto, poi un'altra, e poi finisco in mezzo a qualche cosina bella e piccola (ma quante cose piccole e carine ci sono in rete, non avete idea) e alla fine mi viene sonno e non ho nemmeno letto una storia ai miei bambini! Ecco, così non va proprio. Da oggi il momento Pinterest verrà ridotto ai minimi termini, perchè oltre a volere leggere le fiabe ai miei bambini, la sera vorrei riuscire a:
fare progressi con la macchina da cucire (ve l'ho detto che grazie ad una mamma della scuola sono migliorata molto??)
- andare avanti con un nuovo progetto all'uncinetto che ho cominciato da qualche giorno
- leggere Norwegian wood che poverino è lì che mi aspetta sul comodino
Ora, non è che in una sera debba fare tutte queste cose insieme ma certo se pinno troppo non ne farò mai nemmeno una!


Va bene, ci siamo capiti, adesso però vi metto qualche link dei miei blog tumblr preferiti, ma state attenti, non entrate anche voi nel tunnel...


www.dustjacketattic.tumblr.com 








*nel nostro lessico famigliare, definiscesi sterpaglie il telefilm-tipo di cui Begonio è ghiotto: da Grimm, Fringe, The river a Walking dead, passando per CSI e altri... Sterpaglie perché i rumori di sottofondo, anzi a volte gli unici rumori (perché lì non parlano mica tanto e quindi discorsi niente) consistono in erbaccia secca calpestata (sterpaglie, appunto)  da qualcuno in fuga disperata da qualcun altro (spesso uno zombie o un serial killer o un pericoloso essere non meglio identificato, armato, o affamato di carne umana, o incavolato nero, o completamente pazzo, o preso da un sacro fuoco di vendetta...), oppure spari, urla raccapriccianti, gemiti soffocati, cadute, esplosioni, tuoni, fulmini e rami che si spezzano, tetti che crollano, vetri che si infrangono, bombe che scoppiano, e altre amenità del genere. Quando io, accanto a Begonio e al suo portatile, inizio a sentire tutto ciò, gli dico: che guardi, sterpaglie?? E lui: sì. Ma non c'era nemmeno da chiederlo. Basta ascoltare e non c'è dubbio che tenga.


**pinno, nel senso clicco il pulsante Pin it che sarebbe quello che ti permette di aggiungere immagini alle tue tavole virtuali.


Per oggi col computer ho fatto, stasera niente pinning. Vorrei tanto leggere un po'.



Pin It

sabato 3 marzo 2012

I sopravvissuti dell'angolo verde



Devo dire che quest'anno il freddo è stato davvero inclemente e tra le mie piante ho avuto tante perdite... ogni anno però imparo qualcosa su chi posso lasciare fuori e chi invece deve essere riparato assolutamente. Tanto per dirne una, mi è morta la crassula a cui tenevo moltissimo, e anche la yucca, che stava fuori da sempre, secondo me stavolta non ce l'ha fatta... ma aspetto, perché lei ha sette vite e proprio quando sembra finita tira fuori un germoglio verdissimo. Speriamo.
I gerani sono deceduti, almeno quelli che erano all'aperto, quelli del vano scale invece (i francesini) sono vivi ma patiti. Le lobelie le avevo lasciate metà fuori e metà dentro: le prime mi sembrano andate, ma dicono che si auto-seminino da un anno all'altro, quindi le lascerò lì per vedere se spunta qualcosa... come erano belle l'anno scorso! Le begonie dovrebbero avercela fatta, ci tengo particolarmente a loro... :-)
La portulaca invece mi sa che non ha superato il gelo.
Il grande dubbio è il gelsomino, che occupa mezzo balcone... non capisco se sia morto o vivo, certo tanto bello non è, ma io ogni giorno controllo se spunta una gemmina, speriamo bene, mi dispiacerebbe veramente tanto perderlo. 
Insomma, ridendo e scherzando (si fa per dire) ho tanti vasi quest'anno da svuotare di vecchia terra e rami secchi e riempire con qualcosa di nuovo: questo è il lato bello della cosa, non vedo l'ora di andare al vivaio e comprare fiori e piante per la primavera e ridare colore ai miei balconi! 


Questi sono i tulipani del Monte Amiata che progrediscono benissimo, e insieme ci ho messo un uccellino (finto)... 

Mughetto che arriva dalla campagna, sembra tutto ok

Ancora tulipani dell'Amiata, ne ho 4 o 5 vasi


Questa non so come si chiami, fa dei fiorellini rosa, e ha superato brillantemente i freddi dell'inverno

Anche il Sedum ha vita eterna... e chi lo ammazza?? Non vedo l'ora di rivedere i suoi fiorellini gialli...

Anche questo è un super combattente, ce la fa sempre!


Poi ci sono le piante di casa, ecco qui le orchidee che stanno sbocciando una dopo l'altra... belle come al solito.







E i vostri balconi/giardini come sono messi?




Pin It