lunedì 5 marzo 2012

Momento Pinterest



Anche voi avete il vostro momento Pinterest? Io sì, da un bel pezzo, e ho scoperto che dà dipendenza, quindi devo assolutamente ridurlo.  
www.pinterest.com è una specie di social network fatto per condividere contenuti trovati in rete, e quindi ci trovi di tutto: immagini, suggerimenti, tutorials, ricette, fotografie... alcune cose sicuramente interessanti e belle e altre anche utili; insomma, tutto ciò che c'è in rete già comodamente diviso in settori e pronto alla fruizione. Ma non è questo che dà dipendenza, almeno a me... il fatto è che da lì parti a scoprire un sito, un blog, poi un altro, un altro ancora, ancora uno e poi basta poi una raccolta di foto su tumblr e la serata passa che non te ne accorgi nemmeno... e tu non hai fatto altro che stare davanti al computer.
A casa mia, la sera dopo cena, quando i bimbi sono pigiamati e guardano un cartone, e Begonio è immerso in uno dei suoi telefilm sterpaglie *, io mi metto lì tranquilla e inizio a guardare qua e là, pinno** una foto, poi un'altra, e poi finisco in mezzo a qualche cosina bella e piccola (ma quante cose piccole e carine ci sono in rete, non avete idea) e alla fine mi viene sonno e non ho nemmeno letto una storia ai miei bambini! Ecco, così non va proprio. Da oggi il momento Pinterest verrà ridotto ai minimi termini, perchè oltre a volere leggere le fiabe ai miei bambini, la sera vorrei riuscire a:
fare progressi con la macchina da cucire (ve l'ho detto che grazie ad una mamma della scuola sono migliorata molto??)
- andare avanti con un nuovo progetto all'uncinetto che ho cominciato da qualche giorno
- leggere Norwegian wood che poverino è lì che mi aspetta sul comodino
Ora, non è che in una sera debba fare tutte queste cose insieme ma certo se pinno troppo non ne farò mai nemmeno una!


Va bene, ci siamo capiti, adesso però vi metto qualche link dei miei blog tumblr preferiti, ma state attenti, non entrate anche voi nel tunnel...


www.dustjacketattic.tumblr.com 








*nel nostro lessico famigliare, definiscesi sterpaglie il telefilm-tipo di cui Begonio è ghiotto: da Grimm, Fringe, The river a Walking dead, passando per CSI e altri... Sterpaglie perché i rumori di sottofondo, anzi a volte gli unici rumori (perché lì non parlano mica tanto e quindi discorsi niente) consistono in erbaccia secca calpestata (sterpaglie, appunto)  da qualcuno in fuga disperata da qualcun altro (spesso uno zombie o un serial killer o un pericoloso essere non meglio identificato, armato, o affamato di carne umana, o incavolato nero, o completamente pazzo, o preso da un sacro fuoco di vendetta...), oppure spari, urla raccapriccianti, gemiti soffocati, cadute, esplosioni, tuoni, fulmini e rami che si spezzano, tetti che crollano, vetri che si infrangono, bombe che scoppiano, e altre amenità del genere. Quando io, accanto a Begonio e al suo portatile, inizio a sentire tutto ciò, gli dico: che guardi, sterpaglie?? E lui: sì. Ma non c'era nemmeno da chiederlo. Basta ascoltare e non c'è dubbio che tenga.


**pinno, nel senso clicco il pulsante Pin it che sarebbe quello che ti permette di aggiungere immagini alle tue tavole virtuali.


Per oggi col computer ho fatto, stasera niente pinning. Vorrei tanto leggere un po'.



Pin It

2 commenti:

Juhan ha detto...

E Chuck Norris niente? So di gente che lo adora.
Invece il comportamento su internet è tipico di quando lo si scopre, in genere poi una/o si specializza. O si rassegna che è troppo grande e non ce la farà mai!
Ecco Pinterest me ne hanno parlato in tanti ma davvero non ho tempo. Sto abbandonando anche Facebook.

Lara ha detto...

Mi sa che invece io andrò subito a curiosare.
Grazie del suggerimento!
Ciao Begonia:)
Lara