giovedì 26 aprile 2012

Casa pulita? Ehm... no, grazie.


Leggete qui... siamo forse troppo puliti? ... perché questo è l'assunto dell'ipotesi igienica.
Lo dicono anche altre ricerche: troppa igiene, più allergie.
Il punto non è solo questo: è che tanti detergenti che usiamo per le nostre case in realtà sono dannosi sia per l'ambiente che per le persone. Certo, la casa è pulita e disinfettata ma noi viviamo in mezzo a prodotti chimici tutto il dì (e pure la notte). Vi faccio un esempio, la vasca da bagno; io, per farla diventare bella bianca, la strofinavo sempre a fondo con un disincrostante apposito MA 
1. mentre lo usavo dovevo sempre tenere aperta la finestra perché l'odore intensissimo mi dava alla testa
2. se il detergente toccava la pelle, bruciava
3. la sensazione era che, anche risciacquando a gogò, il prodotto non venisse mai via del tutto
Così ho pensato che non mi piaceva che i bimbi stessero a bagno nella vasca tutta intrisa di quel coso lì, anche se lavata e rilavata con acqua abbondante dopo lo strofinamento. I detersivi come quello ce li ritroviamo addosso senza saperlo perché sono veramente potentissimi .
Allora ho cercato qui e là e ho scoperto alcuni metodi alternativi per fare le pulizie in bagno e in cucina, metodi che si basano su materie prime tendenzialmente non pericolose (meno inquinanti e meno nocive).


Intanto per la vasca ho seguito questo consiglio


http://www.justusgirlsblog.com/2012/02/diy-tub-and-shower-magic-spray.html


Io faccio le cose ad occhio: in pratica prendo un pochino d'acqua bella calda, una mezza tazza di aceto bianco e del detersivo per i piatti, mescolo il tutto e poi con una spugnetta strofino la vasca e il vetro della doccia.
Il vetro della doccia viene perfetto, senza faticare quasi niente! Persino con il disincrostante di prima non risultava così bello... dà veramente soddisfazione. Per la vasca invece bisogna metterci un po' più di olio di gomito, però mi trovo meglio così, almeno quando risciacquo viene via tutto e resta solo profumo di pulito. Devo confessare che a volte tento anche degli esperimenti, tipo verso acqua bollente nella vasca a cui aggiungo aceto e bicarbonato, e poi lascio lì... e solo dopo un certo tempo vado ad agire con la spugnetta... l'ultima volta ho fatto proprio in questo modo e la vasca era bianchissima! 

Ci sono poi le aree scure e calcaree accanto ai rubinetti... io le odio... anche qui ci soccorre l'aceto



Si avvolgono dei pezzi di carta scottex (o meglio degli straccetti, dico io) imbevuti in acqua caldissima e aceto intorno ai rubinetti, si lasciano lì, e dopo qualche tempo si strofina con un vecchio spazzolino da denti. Ma anche qui siate creativi, sperimentate... aggiungeteci pure cose strane basta che siano naturali (beh, però non troppo strane, pensavo al limone o simili... oppure la solita spruzzatina di detersivo per i piatti che associato all'aceto fa miracoli)

Altro suggerimento interessante: pulizia dei materassi.



Prendete una tazza di bicarbonato e aggiungetevi 4 gocce di olio essenziale profumato, poi con un colino spolverizzate sui materassi (come si fa con lo zucchero a velo sulle torte... gnamm); lasciate agire un'ora o più e infine eliminate il tutto con l'aggeggio dell'aspirapolvere.
Questa non l'ho provata ma secondo me funziona... un'altra che non ho ancora sperimentato ma mi ispira tantissimo è l'idea seguente



Si tratta di un detergente universale: mettete delle bucce d'arancio a macerare nell'aceto bianco (io magari userei quello di mele così siamo sempre in ambito fruttato) dentro un vaso per circa dieci giorni, dopodiché filtrate il liquido e versatelo in uno spruzzino. Naturale e anche profumato! Secondo me è adattissimo per il piano cottura e cose analoghe.

Vale la pena di sperimentare, e poi vuoi mettere i costi?? Basta veleni chimici; meno ne usiamo meglio è, per la salute, per le tasche e per l'ambiente.








4 commenti:

Susanna Zanchi ha detto...

Ciao! Grazie per i tuoi preziosissimi consigli!buon fine settimana1

Mario ha detto...

Ecchediavolo di lesta e sofisticata nettatrice sei! Complimenti vivissimi.
Mi applicherò pur io. :-)

Anonimo ha detto...

Ciao,
anche io sono per le case abbastanza ordinate e abbastanza pulite, ma senza eccessive pretese. In primo luogo perchè una casa immacolata, disinfettata etc. richiede un impegno di tempo, fatica e anche denaro che è eccessivo rispetto alla brevissima soddisfazione che ne deriva (visto che dopo 5 minuti i bimbi mettono qualcosa a soqquadro) ma a parte ciò non capisco perchè igienizzare tutto mi sembra combattere contro i mulini al vento. Detto ciò, ho sempre pensato che troppa pulizia non faccia neanche bene alla salute.
Per l'aceto sui rubinetti e sanitari, io uso con successo cotone imbevuto per tutta la notte, poi tolgo con lo spazzolino. Aloni giallastri ai bordi dello scarico del lavandino sono stati così debellati e metto l'aceto in uno spruzzino per pulire il piano cottura in acciaio o il lavello (ripasso poi con un tovagliolo, altrimenti restano gli aloni). Lo uso insieme ad acqua e alcool per pulire le finestre e i vetri...diluito in acqua per pulire il parquet e i pavimenti del bagno...è diventato indispensabile a casa mia.

Noemi

BEGONIA ha detto...

grazie noemi per i tuoi consigli! sono aggiunte preziose :-)