sabato 26 maggio 2012

Il balcone la mattina presto...


Ho piantato i pomodori... è la  prima volta che faccio questo esperimento; per paura che i semi non  germogliassero ho ficcato nel vaso tutta la bustina... ora dovrò selezionare le piantine... suppongo... lo devo fare quando saranno grandine o prima? Giardinieri provetti, aiuto!

La lobelia sopravvissuta all'anno scorso cresce bene

La piantina misteriosa di cui vi avevo parlato è diventata un convolvolone che la mattina presto, con il sole,  fa l'effetto di tanti cuori verde smeraldo

Surfinie e begonie


Geranio anti zanzare (che però non funziona perché di zanzare ce ne sono a volontà, ma è tanto bello lo stesso)



Begonia bonfire

Begonia bonfire con lobelie autoseminatesi nello stesso vaso...

Ma il convolvolo dove va? Me lo domando perché a parte che è come il fagiolo magico e ogni giorno fa km, in più cresce non solo in alto ma anche in lungo e in basso... 

Ecco qui la crescita in basso: c'è tutto un accrocchio di filamenti che scendono verso il balcone di sotto... ma dove vanno? Che faranno laggiù??

Per me una delle bellezze della primavera e dell'estate è uscire sul balcone la mattina presto (tipo alle 7) e vedere tutti i fiori e le piante baciate dal primo sole... nel silenzio totale dei cortili, con solo il cinguettio degli uccellini. Mi sembra quasi di essere in campeggio, infatti una delle cose che amavo quando andavo in campeggio era proprio uscire dalla tenda e trovarmi in mezzo ai colori, odori e suoni della natura. Anche su questo balcone, in questo cortile è un po' così... prima o poi metterò una bella sdraio (piccola perché di posto non ce n'é) e leggerò lì seduta...














Pin It

6 commenti:

lina ha detto...

Anche a me piace uscire presto la mattina, vedere le mie piante come stanno, le saluto e faccio colazione fuori se il tempo lo permette con i miei tre gattoni.Hai visto che ogni mattina c'è qualcosa da fare per le nostre amiche piante, togliere fiori secchi, un improvviso insettaccio da cacciar via, una che ha un'emergenza, un'altra che va trapiantata, non credevo ci fosse tanto da fare. Complimenti le tue piante sono molto belle, si vede che stanno bene. I pomodori che io sappia andavano piantati in piccoli contenitori e poi trapiantati, sarà la stessa come hai fatto tu, adesso le metti a dimora. ciao, Lina

BEGONIA ha detto...

ciao lina, grazie del tuo commento! ... quindi secondo te io dovrei spostare le piantine dei pomodori altrove? io pensavo invece di fare così ma non ho idea se sia giusto o sbagliato: aspettare un po' per vedere come si sviluppano questi germogli, e poi tenere solo le mini piantine che mi sembrano più robuste e anche distanti une dalle altre, tipo 3 o 4, e togliere le altre (se riesco le trapianterei altrove)... a dire il vero non credo riuscirò a salvare molto piante perché sono troppo vicine le une alle altre...

Noemi ha detto...

Ciao cara! anche io la mattina mi affaccio e vedo se ci sono nuovi germogli, fiori secchi da togliere...col bel tempo è davvero un piacevole rituale, specie prima che si sveglino i piccoli e regni rumuore e caos!!
Per i pomodori, ormai lasciali lì per un pò e poi farai selezione, i pomodori bevono molta acqua quindi in un vaso medio-piccolo non credo potrai mettere più di una piantina, ahimè! però se vuoi altri pomodori sei ancora in tempo a sfruttare eventuali angolini vuoti e soleggiati per mettere altre piante, al limite trapiantare qualcuna di quelle in eccesso dal primo vaso. Quando saranno alte una decina di cm però, altrimenti difficilmente sopravviverebbero al trapianto. Avrai pochi pomodori ma...dolcissimi in modo straordinario!! :-)

BEGONIA ha detto...

Ciao Noemi, ben ritrovata :-)

verderame ha detto...

arrivo in ritardo su questo tuo bel blog, se ancora non hai scoperto l'identità della piantina dai fiori azzurri ti dico che è una scaevola, resistentissima al sole e generosa nella fioritura, ciao Marina

BEGONIA ha detto...

Ciao Marina, grazie del tuo commento, benvenuta!
In questo momento non sono a casa e sto tristemente trascurando il blog, ma spero di ricominciare a occuparmene quanto prima... così come delle mie piante che spero siano ancora tutte vive! Grazie delle info sullo scaevola, non la conoscevo!