lunedì 18 marzo 2013

Orto sul balcone: si ricomincia


Oggi, dopo la lunga nevicata del weekend, il sole ha fatto capolino, e a me subito cambia l'umore. Mi ero svegliata così male, sembrava proprio uno di quei lunedì pessimi (e in effetti un po' lo è) però da quando è spuntato il sole sta andando meglio.
Quest'anno vorrei ritentare l'esperimento orto sul balcone; ricordate i miei pomodori della stagione scorsa? Ecco, se non ve li ricordate vi dico che partendo da semina e quant'altro sono riuscita a produrne due di numero. Buoni, eh. Ma sempre due.
Stavolta voglio cominciare dalle piantine, non più dai semi, e al posto dei cuore di bue metterò i ciliegini; staremo a vedere. E in più vorrei aggiungere insalata da taglio. Dalla metà di marzo in poi è già il momento buono per seminarla (se proprio non gela, ecco).
Lo spazio è quello che è ma leggo ovunque che basta un bel vasone oppure, soprattutto per le erbe aromatiche, anche un pancale appeso in verticale. Basterà tapparne il fondo, riempirlo di terra e porre le piantine che crescono maggiormente nelle fessure più alte.

http://fiestafarms.ca/wp-content/uploads/2012/07/pallet-garden-other-side-detail.jpg
Altra idea salva spazio è quella di riciclare un porta oggetti da bagno

http://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/777-come-trasformare-un-portaoggetti-in-un-giardino-verticale


Se cliccate sulla didascalia troverete le istruzioni per costruire questo splendido orticello verticale.

Quanto al resto, su http://www.giardinaggio.it/rivista.asp troverete la rivista di marzo 2013 dove ci sono ottime spiegazioni su come iniziare.






Pin It

4 commenti:

Mario ha detto...

Formidabili questi sostegni riciclati, infatti anche le vecchie cassette basse da frutta, se si rende il fondo meno permeabile, per le insalatine vanno bene!

Noemi ha detto...

Ciao,
anche io quest'anno ho deciso di dedicare parte dello spazio disponibile all'orto, l'ho fatto tempo fa con un discreto successo e avevo smesso per mancanza di due fattori chiave: tempo e voglia. Ora mi son casualmente accorta di avere nuovamente entrambi (Livio cresce!!) così ho ripreso. Però ti sconsiglio i pomodori, sono avidi di acqua, terra e producono poco. Mi sono invece trovata bene (e quindi ti consiglio) la rucola (da seme, crescita rapida e sicura, è una pianta facilissima), cicoria zuccherina di trieste (è una lattughina da taglio, la tagli e ricaccia), misticanza di lattughine varie da taglio (danno anche un tocco di colore, perchè alcune hanno foglie rosse, altre arricciate...), basilico, spinaci (da tagliare per insalata), e fragole. Quest'anno ho comprato tante piantine di fragole a pochissimo andando per empori agrari (anche 60 centesimi a piantina ben sviluppata! o 45 centesimi per la piantina a nuda radice, che sembra un ammasso morto di radici e messa in terra fa la prima foglia in due giorni, che emozione!), le ho messe nei vasi con lattughe etc. come bordura (così penderanno verso l'esterno) e nelle balconiere ho fatto una composizione con una dalia fiorita al centro e due piantine di fragole ai lati.
Nei vasconi di lattughe ho anche messo una piantina di violaciocca gigante di nizza a mò di piccolo alberello fiorito su un prato di verdurine, così ho unito fiori e ortaggi, utilità pratica e un pò di senso estetico.
In bocca al lupo ad entrambe e speriamo di mangiare ottime insalatine questa estate!

BEGONIA ha detto...

Ciao Noemi, come al solito ottimi consigli... sono felice che tu abbia ricominciato ad occuparti del balcone.
Ci terremo aggiornate sulle nostre insalatine allora! :-)

Noemi ha detto...

ho ripreso ad occuparmi del balcone ma ho scelto un'area ben precisa e delimitata e mi occuperò solo di quella e basta. Dedicarsi ad uno spazio ampio (come facevo in passato) implica molto tempo ed impegno, e alla fine è più la stanchezza che la soddisfazione.
Quindi meglio poco ma buono!