venerdì 7 febbraio 2014

La vera insalata russa


Carissimi, 
chiedo scusa della lunga assenza ma ho avuto un sacco di cose da fare.
Torno con un certo appetito e qualche chilo in più, e giustappunto vi racconto una cosa gastronomica che ho scoperto da poco. Un'amica russa, di San Pietroburgo, mi ha raccontato che l'insalata russa che si serve in Italia non è quella originale; quella vera fu inventata nel suo Paese da uno chef che si chiamava Olivier e lavorava all'Hermitage. Infatti in Russia l'insalata russa si chiama insalata Olivier.
La ricetta è un po' diversa. Oltre a patate, carote e piselli, bisogna aggiungere cetriolini sottaceto a cubetti, un piccolo pezzo di cetriolo fresco o di mela verde per dare freschezza/croccantezza all'insieme, dei wurstel oppure del pollo a tocchetti, e soprattutto tante uova sode sminuzzate. Il tutto va condito con la maionese ma non affogato nella maionese (ne basta poca). Tocco dello chef: per decorare grattugiare un uovo sodo sull'insalata per creare come un effetto mimosa... 
Secondo me è buonissima.
BUON APPETITO!





Pin It

3 commenti:

Juhan ha detto...

Bentornata!

BEGONIA ha detto...

grazie!!! questo saluto mi fa felice :-)

Mario ha detto...

Va bene. Tuttavia secondo altri "esperti" l'insalata "à la russe" è stata inventata Torino da un cuoco piemontese che doveva servire, pur avendo pochi ingredienti, una quantità di ufficiali russi quando arrivarono in massa con le loro truppe a Torino, nel 1815 dopo la sconfitta di Napoleone. Allora Torino era Francia.