domenica 30 novembre 2014

Pasta di sale natalizia


Buona domenica a tutti.
Non so se convenite con me ma questi giorni sono così piovosi e noiosi che bisogna inventarsi qualcosa per colorare i pomeriggi. Ieri ho ripreso l'idea della pasta di sale e ho deciso di decorare le formine che avevo fatto qualche giorno fa insieme a mio figlio.
La ricetta è sempre la stessa ed è sempre facilissima e veloce:
una tazza di farina, una tazza di sale fino, acqua quanto basta per ottenere una specie di pasta morbida, e poi un cucchiaino d'olio e uno di colla vinilica (questi ultimi ingredienti non sono indispensabili).
Con tempere e pennelli ci siamo messi a colorare e poi, una volta asciutte le formine, a cospargerle (dopo aver spennellato un po' di colla sulla superficie) di porporina (o glitter che dir si voglia). Quella per me è la parte più bella, mi sembra ogni volta di rivedere le scarpette rosse di Dorothy nel mago di Oz! 


Comunque, a parte questo, ricordatevi sempre di fare i buchini con una cannuccia alle formine di pasta di sale mentre le preparate. Così potrete infilarle in uno spago o nastro per una ghirlanda, oppure metterci dei semplici filini d'oro e appenderle all'albero di Natale o usarle per chiudere i pacchi. Se comprate della semplicissima carta da pacchi e dello spago rustico, un cuoricino brillante di pasta di sale renderà il vostro pacco regalo unico e secondo me molto più bello.
Buon divertimento! (Vi lascio con una carrellata del nostro gioco/lavoro di ieri pomeriggio).














Pin It

mercoledì 26 novembre 2014

Fiori per le scale


E' arrivato l'autunno già da un pezzo ed anche il freddo, ho dovuto quindi ricoverare all'interno quasi tutte le piante che tenevo fuori. Alcune, come il gelsomino e le rose, sono rimaste sul balcone; altre sono entrate in casa (che è diventata una specie di serra); due o tre invece hanno trovato posto solo sul pianerottolo, ed è il caso di quella che vedete nelle foto.





Questa pianta grassa di cui non so il nome mi ha regalato una fioritura, proprio lì, sulle scale, che è una cosa meravigliosa... e vi assicuro che la foto non rende l'idea del colore rosa di quei fiori! Adesso avrei bisogno del vostro aiuto... chi sa dirmi come si chiama la pianta in questione? E' molto prolifica, basta una talea piantata nella terra e si ingrandisce a dismisura. Fa fiori così come li vedete, anche se a volte li ho visti anche bianchi o rosa pallidissimo. Aspetto delucidazioni perché vorrei saperne di più.
Grazie a tutti!



Pin It

giovedì 20 novembre 2014

La neve in barattolo




Carissimi, devo assolutamente condividere quest'idea che purtroppo NON è farina del mio sacco! Avrei tanto voluto inventarla io, la neve in barattolo, ma credo che l'esclusiva vada invece a Giada di quandofuoripiove.com. Date un'occhiata al suo blog perché è pieno di idee fantastiche. L'ho scoperto solo ieri! 
In ogni caso, qui di seguito troverete tutto il procedimento per creare questa neve in barattolo che sarà uno splendido regalo fai da te per bambini: http://www.quandofuoripiove.com/2013/12/regali-di-natale-fai-da-te-per-bambini.html

Ciao a tutti!




Pin It

domenica 16 novembre 2014

Il vincitore del giveaway di novembre è...


GLO, di http://scrapandcard.blogspot.it
Complimenti Glo! 
Ti sei aggiudicata gli orecchini terracotta africana, questi qui


Grazie anche agli altri partecipanti... sarà per la prossima volta! La mano impietosa di Begonio poteva scegliere solo un nome, purtroppo :-)

BUONA DOMENICA A TUTTI!
Alla prossima...



Pin It

sabato 15 novembre 2014

Soddisfazioni da blog


Carissimi/e,
devo dire che voi mi date enormi soddisfazioni: oggi mi avete fatto sgranare gli occhi, e fare un gran sorriso!
Stavo guardando le localizzazioni geografiche dei lettori per capire da quale paese arrivano più visite e cosa ti trovo?
Questa immagine:



Laggiù, in mezzo al mare, c'è una spuntina rossa, quindi inevitabilmente c'è pure qualcuno che si è sintonizzato su Una Cosa Piccola. Ho iniziato a cliccare l'icona del più per avvicinarmi e scoprire  cosa ci fosse in quel punto, magari un'isoletta minuscola... ma no, non c'era niente, c'era proprio solo il mare, il Golfo di Guinea. 
Mi fa sorridere e mi sembra impossibile ma forse là... c'è una nave con marinai e marinaie, oppure con soldati e soldatesse, o ancora con pirati e piratesse? Chissà chi è che mi legge da quel luogo sperduto e sconosciuto in mezzo agli oceani?
Quasi mi sgomenta un po', 'sta cosa (soprattutto se si tratta di pirati e piratesse, ma tant'é).
In ogni caso, chiunque tu sia e qualunque cosa tu stia facendo nel Golfo di Guinea, ti ringrazio, mio lettore/lettrice, per esserti connesso/a da laggiù. E naturalmente grazie anche a voi tutti che mi leggete da postazioni più canoniche!
Ricordate, domani mattina ci sarà l'estrazione del giveaway proprio per premiare voi, i miei lettori; per ora siete quattro: Trillina, Mario, Glo e Serena (che mi ha scritto via mail). Begonio è già tutto impaziente di prelevare un bigliettino dalla mini urna... :-)
Se qualcuno si volesse aggiungere, c'è tempo fino alle 10 di domattina. Qui il ripasso delle regole, per chi non avesse ancora letto.

Buon sabato sera carissimi/e, io mi preparo ad uscire sotto il diluvio e vi assicuro che ne farei volentieri a meno.

A DOMANI!



Pin It

mercoledì 12 novembre 2014

Giveaway di novembre 2 (aggiornamenti)


Carissime/i, 
ecco gli aggiornamenti di metà settimana: per ora hanno scritto tre persone di cui una/o è pure anonimo, quindi non può partecipare, mentre io ho già preparato il pacchettino e la busta, sulla quale non manca che l'indirizzo del vincitore degli orecchini :-)





Dunque, ripassiamo:  se desiderate ricevere a casa questa bella busta con relativo contenuto IN REGALO, andate su https://www.etsy.com/shop/UnaCosaPiccola, mettete il cuoricino al negozio e poi scrivetemi un commento qui sul blog, oppure una mail a unacosapiccola@gmail.com. Ricordate in ogni caso di lasciarmi il vostro indirizzo email così posso scrivervi e chiedervi l'indirizzo di casa per la spedizione, se sarete voi l'estratto/a a sorte (da Begonio, ovviamente).

Vi aspetto numerosi e non tardate troppo che domenica 16 novembre alle 10 avverrà l'estrazione fra i nomi pervenuti!
CIAO!


Pin It

lunedì 10 novembre 2014

Bambina e disco di vinile


Non so perché ma ultimamente sto incontrando sul web cose strane e belle che nessuno conosce, oppure pochi oppure forse le conoscono tutti ma io no. 
Oggi ho trovato questa immagine di un illustratore contemporaneo (ha 40 anni), americano, che si chiama Kadir Nelson. L'ho trovata molto carina.



AH! Non c'entra niente ma non dimenticatevi il post dell'altro giorno, quello del giveaway di novembre. Domenica ci sarà l'estrazione degli orecchini e per ora siete solo due candidati! 
Vi aspetto.



Pin It

sabato 8 novembre 2014

Giveaway di novembre


Buonasera a tutti. Che ne dite di un nuovo giveaway? E' da tanto che non regalo un gioiellino alle mie lettrici e ai miei lettori e avrei proprio piacere di farlo. Ho pensato a questo:






Un paio di orecchini da me assemblato or ora con delle bellissime terracottine africane. A proposito, ne ho delle altre, più grandi, e prossimamente ne farò una collana. Presto su Etsy!
Dunque, come si procede? Io vi consiglierei di andare sul mio Etsy shop e mettere il cuoricino se potete e/o se non l'avete già messo... ehm... non mi ricordo più come funziona la cosa; se poi non potete mettere il cuoricino non importa, però magari date uno sguardo al negozietto che Natale si avvicina e tutte le spedizioni sono gratis. Tra l'altro vi ricordo che ogni acquisto sarà spedito già in confezione regalo (come anche il giveaway di oggi!). Dopodiché scrivete un commento a questo post, ditemi cosa vi è piaciuto e lasciatemi la vostra mail; se non volete lasciarla sul blog, dopo aver scritto il commento scrivetemi in privato a unacosapiccola@gmail.com. Potete partecipare dall'Italia oppure da qualsiasi altra parte del mondo. Spedirò ovunque (magari ci vorrà un po' per ricevere il pacchetto).
Facciamo passare una settimana o poco più: domenica prossima, 16 novembre, alle ore 10, estrarrò a sorte un nome tra tutti coloro che mi avranno scritto. Costei/costui sarà il vincitore degli orecchini terracottine e li riceverà comodamente a casa propria già impacchettati (insomma, un regalo in meno a cui pensare).

Ci siamo capiti? Spero di sì. 
Vi aspetto numerosissimi e non vedo l'ora di spedirvi il pacchetto! SOTTO A CHI TOCCA :-D


For my "not speaking italian" lovely readers:
Good evening to you all. How about a new giveaway? It's been so long since I have send a gift to my readers  and I would just like to do it again. I thought about these pair of earrings that I have just assembled with beautiful "terracottine"  from Africa. By the way, I have others, larger, and soon I'll make some necklace. Soon on Etsy!
So, how does the thing: I would advise you to go to my Etsy shop and put the little heart (favorite) if you can and / or if you have not already put it ... uh ... I can not remember how the thing works, sorry ; if  you can not put the little heart does not matter, but maybe take a look at the shop, that Christmas is coming and all ships are free. Among other things, I remind you that every purchase will be shipped in a present box (as well as the giveaway!). Then you write a comment on this post, tell me what you liked and leave me your email; if you do not want to leave it on the blog, please, email me after you wrote the comment at unacosapiccola@gmail.com. You can participate from Italy or from anywhere in the world.
We spend a week or so: Sunday, November 16, at 10 am, I'll pull a  random name from all the comments that I have received. She / he will be the winner of the earrings and receive them comfortably at home already packed.

Got it? I hope so. I'll be waiting for you. GO!




Pin It

venerdì 7 novembre 2014

Shirley Baker


Oggi vi racconto qualcosa di una fotografa che ho scoperto ieri. Sì, proprio ieri; prima non sapevo nulla di lei, nemmeno che esistesse. E oggi ho scoperto che è morta il 21 settembre di quest'anno. Si trattava di una signora inglese che più o meno dagli anni '60 in poi ha cominciato a fare la fotografa di strada e ha documentato in particolare le periferie urbane di Salford e Manchester. Non ho trovato nulla su di lei in italiano, allego dunque solo la pagina di wikipedia in inglese che riporta poche righe di biografia http://en.wikipedia.org/wiki/Shirley_Baker
E poi un articolo del Guardian 
http://www.theguardian.com/artanddesign/gallery/2014/oct/08/laughter-in-the-slums-the-best-work-of-street-photographer-shirley-baker-in-pictures in cui vedrete altre immagini oltre alle seguenti. Io le trovo molto belle.











Che strano che delle foto così belle siano restate a lungo sconosciute (ma forse erano sconosciute solo a me).
 Buon fine settimana a tutti.






Pin It

mercoledì 5 novembre 2014

Genius loci


E' molto confortante e per me non difficile da credere che in ogni luogo ci sia un genius loci, ovvero un'entità naturale e soprannaturale legata a un luogo e oggetto di culto nella religione romana. Tale associazione tra Genio e luogo fisico si originò forse dall'assimilazione del Genio con i Lari a partire dall'età augustea. Secondo Servio, infatti, nullus locus sine Genio (nessun luogo è senza un Genio) (Commento all'Eneide, 5, 95) (WIKIPEDIA)


Dedicato al genius loci ignoto di Ascona (Svizzera)


Al genius loci si possono offrire anche delle cose; mio papà, per esempio, tutte le volte che facevamo un picnic e doveva buttare, che so, una pelle di salame o un pezzettino di pomodoro, la lanciava ad una certa distanza, dentro un cespuglio o fra l'erba alta, declamando Ecco, per il genius loci! Ed è proprio così che ho fatto conoscenza con questa entità per la prima volta. Da allora, dal primo lancio di una crosta di formaggio in una radura, ho sempre considerato naturale e anche rassicurante l'idea che il luogo in questione fosse protetto e abitato dal suo genio (o geniA. Perché quando si invoca il Genius loci bisogna precisare sive mas sive foemina ("che sia maschio o che sia femmina") perché non se ne conosce il genere - WIKIPEDIA).

Ecco un articolo che racconta molto di più sul tema ad opera di Sara Marcelli  (nella rivista Doppio sogno). 
http://www.doppio-sogno.it/numero13/ita/4.pdf
Ne cito una parte.

La classicità suggerisce dunque che i luoghi possono avere un’anima e diventare sede di uno spirito del luogo. Essi si guadagnano un’anima attraverso un processo di deposito, di accumulazione di affetti, che viene operato dalle diverse generazioni di persone che li hanno abitati. 
In antropologia si utilizza il concetto di Genius Loci per evidenziare il rapporto di osmosi, se non di simbiosi, esistente in molti casi tra luoghi e uomini che li abitano. Se è vero che i caratteri di un luogo sono determinati nel tempo dall’azione antropica, è, infatti, anche vero che l’uomo che risiede in certi luoghi assume il carattere, le sembianze e l’indole dei luoghi stessi. Tale osmosi, se impedita forzatamente, come nei casi di trasferimenti di massa di popolazioni (come è avvenuto in
Cina o in India in cui molti abitanti sono stati sradicati dai distretti rurali e trasferiti nelle metropoli), può produrre gravi fenomeni di depressione. Si parla anche di essenza o identità di un
luogo, che non va stravolta per nessuna ragione. Il grande genio dell’architettura moderna Frank Lloyd Wright ha intuito perfettamente che l’opera architettonica deve essere inscritta nel luogo dove si decide di compierla nell’assoluto rispetto del suo Genius Loci. Egli sosteneva, infatti, che una casa non deve essere mai su una collina ma deve essere della collina, deve appartenerle. Solo in questo modo casa e collina possono vivere insieme ciascuna delle due più felice per merito dell’altra. 


Genius loci del lago - Gavirate (VARESE)


E' bello vero?
Propongo a tutti per la prossima uscita fuori porta la ricerca(con eventuali atti di devozione correlati) del genius loci. Buone passeggiate!






Pin It

martedì 4 novembre 2014

Il voto di una mamma


Oggi è una giornata veramente brutta, piove senza smettere da stamattina (e dicono continuerà per quattro giorni), fa freddo e io sono stanca e pure un po' triste. In tutto ciò, mentre impacchettavo il regalo di compleanno per mio figlio piccolo, all'improvviso mi è venuta in mente un'immagine, un luogo; così, senza motivo apparente.
La chiesa di Val de Grace a Parigi. A cui non avevo mai più pensato da che l'avevo vista, parecchi anni fa.
E di questa chiesa ricordo solo il colore chiaro e il motivo per cui esiste. La regina di Francia, Anna d'Austria, la volle far innalzare come voto per l'arrivo ormai inaspettato di un piccolo erede, un neonato, un bebè, un bambino che sarebbe poi diventato Luigi XIV, il Re Sole (nato nel 1638). Figuratevi che la sua mamma lo aspettò per 23 anni.
Quando una mamma aspetta un bambino, e questo arriva, che lei sia Regina o no, è una gioia indescrivibile. Intanto ricordiamoci che c'è sempre speranza, pure dopo 23 anni. Tutte le volte che penserò a quella bella chiesa penserò al voto di una mamma.










Pin It

lunedì 3 novembre 2014

Una begonia nel mio cortile (e non sono io) 2



La begonia selvatica sta diventando grande. Il cortile è freddo in questi giorni ma fino ad ora il clima è stato benevolo e la piccola pianta ha potuto crescere e fiorire. Le foglie sono verdi e, sulla pagina inferiore, rosa. E' molto bella. Non so quanto durerà la tua stagione, piccola begonia, ma grazie per essere arrivata ed esserti fermata nel nostro cortile di città.


Pin It